giovedì 16 aprile 2015

salva il giorno




A maggio saranno due anni che gioco a salva il giorno. E' un gioco inventato a cui gioco da sola, un gioco che ho dovuto imparare. Si tratta di di salvare ogni giorno e renderlo bello, di avere tempo per me, di avere il lusso di passeggiare lungo fiumi e oceani, di fare alcune cose che mi danno felicita', di cucinare con calma, di non fare cose cui non attribuisco senso, di badare a quello che dico e  penso. Quando ci riesco e il tramonto si chiude su una giornata bella allora ho salvato un giorno. L'ho salvato dalla paura del domani e dalle cose che avrei dovuto ragionevolmente fare. L'ho salvato dai tempi e ritmi imposti dalla societa' e non ho avuto paura di fare qualcosa di nuovo e strano. Insomma non me la sono fatta addosso. Non ho preferito vecchie abitudini e ho superato il bisogno di alcune certezze che per me non sono essenziali. Non ci riesco sempre, anche se e' diventato facile, quindi lo faccio davvero spesso. E quando finiscono queste giornate mi dico che non hanno prezzo, e che nel caso lo avessero non c'e' problema e  che il gioco salva il giorno mi ha salvato la vita.


Inizio cosi' questo piccolo spazio di racconti e foto.
Quella in alto e' stata scattata a Cala Higueras, Cabo de Gata,  Spagna. 

2 commenti: